"Camminare è il primo desiderio di un bambino e l'ultima cosa che vorrebbe perdere un anziano.
Camminare è un'attività che non richiede sforzi fisici.
E' la cura senza farmaci, il controllo del proprio peso senza dieta, ed è il cosmetico che non si trova in farmacia.
E' un rilassante senza pillole, una terapia senza psicanalista, una vacanza che non costa nulla.
Camminare è conveniente, non richiede particolari attrezzature,
è adattabile ad ogni esigenza ed è un'attività intrinsecamente sicura.
Camminare è naturale come respirare".

John Butcher, fondatore di "walk21", 1999.

 

LA MOBILITÀ SOSTENIBILE A SCUOLA
La mobilità interessa tutti, essendo una necessità e un diritto di tutti. La mobilità nelle città é oggi una delle principali sfide, dal punto di vista dello sviluppo tecnologico, della gestione del territorio, degli stili di vita. Ed è anche una fondamentale sfida educativa.
Affrontare il tema all'interno della scuola permette di sperimentare nuovi modi di pensare, nuove abitudini e buone pratiche concrete, da sottoporre all'attenzione di tutti. Non si tratta di occuparsi di educazione stradale o di educazione ambientale in senso stretto, ma di sperimentare un'educazione alla mobilità sostenibile che parta dal rispetto di tutti e dalle responsabilità di ciascuno; che consideri il diritto di tutti a camminare sicuri, a respirare un'aria pulita e a muoversi in autonomia, anche per chi non guida un'auto, come i bambini e gli anziani.

comunicAmbiente ha proposto, dal 2006 al 2012, alle amministrazioni locali, ai Labter e ai CEA del Sistema INFEA (Informazione ed Educazione Ambientale), alle Asl e alle organizzazioni locali in Liguria, una serie di progetti per la realizzazione di buone pratiche di mobilità sostenibile in ambente urbano, a partire dalle scuole: moderazione del traffico, percorsi ciclo-pedonalii sicuri, bicibus e pedibus per dimostrare, insieme ai bambini, che muoversi a piedi, in bici e in bus in città è meglio.


CONTATTACI per ricevere maggiori informazioni.

 

A GENOVA

Dal 2006 al 2012 comunicAmbiente ha promosso e curato diversi progetti di mobilità sostenibile destinati alle scuole genovesi.

logo mobqua

2006-2008 - PROGETTO EUROPEO "MOBQUA"

MobQua - Mobilità sostenibile nei quartieri - è un sottoprogetto dell'INTERREG 3C MARE - Mobilità e Accessibilità metropolitana alle Regioni dell'Europa del Sud.

MARE si propone di trovare nuove soluzioni ai problemi di mobilità in ambiente urbano, incentivando la mobilità dolce e l'adeguamento del sistema dei trasporti pubblici ai nuovi bisogni di mobilità (flessibilità e qualità), per una migliore qualità della vita nei territori di Lisbona, Genova e Valencia.

PARTNER
Il progetto MobQua coinvolge 4 partner, in Portogallo (Comune di Lisbona), Italia (Provincia di Genova e Istituto Internazionale delle Comunicazioni), Spagna (Comune di Picanya). Il capofila è il Comune di Lisbona.

logo scubibu

2008-2009 - SCUBIBÙ: "A Scuola in Bici e in Bus"

logo PEDIBUS GENOVA

2009-2010 - Progetto pedibus- FASE I.

2010-2012 - Progetto pedibus - FASE II

Percorsi sicuri casa-scuola, sostenibilità ambientale e promozione della salute" - Percorsi sicuri casa-scuola, sostenibilità ambientale e promozione della salute".

Asl3 Genovese prosegue il progetto avviato a Genova nel 2009 estendendone le azioni con la collaborazione delle Asl liguri e la consulenza di Silvia Burzio. Il progetto porta alla pubblicazione del portale www.pedibusliguria.net e alla realizzazione di un convegno sul tema nel settembre 2012.

 

Le attività e le azioni svolte nell'ambito di questi progetti hanno portato alla costituzione di una RETE DI SCUOLE che condividono l'obiettivo di realizzare interventi educativi e buone pratiche concrete, finalizzate alla riduzione dell'uso dell'auto privata, nei quartieri in cui sono situate le scuole.

 

 

A PAVIA

logo "andar per via"

A PAVIA, dal 2005 al 2008, l'associazione ha curato il progetto "ANDAR PER VIA".
2005-2008 - PROGETTO "ANDAR PER VIA"

Progetto proposto da:
Coop. Soc. "Il sentiero di Arianna" e associazione culturale comunicAmbiente
in collaborazione con il Comune di Pavia: Assessorato Pari Opportunità e Sviluppo Sostenibile e Assessorato Istruzione e Politiche Giovanili.

Ideazione del progetto e coordinamento scientifico: Silvia Burzio.
Consulenza per attività di ricerca: Francesca Maria Dagnino

Realizzato grazie al contributo della Fondazione Capriplo

 



I NUMERI DEL PROGETTO:
    •    3 Assessorati del Comune di Pavia
    •    60 insegnanti, 5 plessi scolastici e 12 classi coinvolte
    •    circa 800 studenti di Pavia e le loro famiglie
    •    gli attori coinvolti nel processo di Agenda 21 del Comune di Pavia
    •    cittadini, negozianti, associazioni di volontariato

 

A TORINO

Dal 2000 al 2004 comunicAmbiente ha collaborato alla realizzazione delle prime esperienze di pedibus in provincia di Torino, promosse dal Laboratorio di Educazione Ambientale della Provincia di Torino.

Da queste sono nati i progetti a Cirié, a Pinerolo, e successivamente la rete "A scuola camminando" in tutta la provincia di Torino.